Ogni bambino porterà con sé nell’età adulta questi 5 comportamenti dei propri genitori

Ci sono esperienze, sensazioni, paure… che ogni bambino porterà con sé nel suo viaggio verso l’età adulta e alcuni comportamenti dei genitori, più di altri, incideranno sul questo percorso.

Essere genitori non è un compito semplice, lo sappiamo. Oggi, nonostante una vita apparentemente più facile rispetto ad epoche passate, il compito di crescere un figlio, e farlo nella maniera migliore, è diventato oggetto di studio e di analisi da parte di psicologi e pediatri.

Non solo la quotidianità costringe molte persone, e quindi molte famiglie, a ritmi di vita che impediscono dialogo e approfondimento, ma spesso determina anche una pretesa di perfezione e di riconoscimento che porta i genitori ad avere atteggiamenti sbagliati, quando non diseducativi.

Le conseguenze sono bambini trasgressivi e, in futuro, adulti infelici e problematici.

L’infanzia è una fase molto importante, è quella nella quale si forma la personalità ed il carattere di una persona, e quindi quello che un genitore dice e fa lascia sempre impronte indelebili nella mente e nella psiche di un figlio.

Non sempre è facile dare consigli, perchè troppo diverse sono le singole situazioni ed i contesti nei quali un bambino cresce, è importante comunque evidenziare alcuni comportamenti che lasciano impronte difficilmente cancellabili nella mente di un figlio.

1- I figli non dimenticano mai le percosse

Non stiamo parlando della banale sculacciata, anche se anch’essa ha modo di lasciare segni nell’emotività di un figlio, ma soprattutto di quegli atteggiamenti, purtroppo più frequenti di quanto si possa pensare, che vedono un genitore ricorrere spesso alle percosse ed alle minacce.

La percossa provoca sempre nel bambino un grande rancore e mina profondamente la sua auto-stima.

Il genitore che pensa in questo modo di ottenere rispetto e ubbidienza, genera nella mente del figlio esattamente l’opposto.

2- I figli non dimenticano come si trattano i propri genitori

Per il bambino un esempio ed un atteggiamento valgono più di mille parole.

Vedere, osservare come i genitori si trattano reciprocamente, costituisce un modello ed un esempio da imitare e da applicare.

3- I bambini non dimenticano quando si sono sentiti protetti

Un bambino conosce ben presto tutta una serie di paure e di situazioni che generano disagio e difficoltà.

Il sostegno, la protezione e l’insegnamento di un genitore costituiscono la base sulla quale costruire la propria forza e la propria capacità di superare paure e momenti difficili.

4- I bambini non dimenticano la mancanza di attenzione

Punto fondamentale, specie oggigiorno, quando molti genitori tendono a parcheggiare i loro figli davanti ad un computer o un videogioco.

La loro crescita richiede sempre attenzione, le loro domande risposte.

La loro vita richiede tempo e dialogo, non passatempi tecnologici capaci di creare solo un senso di vuoto e mancanza di condivisione.

5- I bambini non dimenticano il valore della famiglia

Un figlio ricorderà sempre, crescendo, il valore che la famiglia ha avuto, e come questo sia stato considerato e praticato dai genitori.
Una sorta di imprinting morale capace di fornirgli esempio e certezze.

Cosa ne pesate?
Scriveteci le vostre opinioni e le vostre esperienze e condividete per conoscere quelle dei vostri amici, lo apprezzeranno!