Gli studi dimostrano che i genitori perdono ancora il sonno preoccupandosi dei figli anche quando sono adulti

I genitori, anche quando i propri figli sono ormai adulti, perdono ore di sonno, preoccupandosi.

La funzione di padre e madre non finisce quando i bambini crescono e diventano ragazzi maturi e indipendenti.

Siamo programmati dalla natura per prenderci cura di loro, non importa quanti anni abbiano.

Ci occuperemo sempre del loro stato, della loro felicità e della loro salute, e non cesseremo mai di preoccuparci.

Uno studio della Pennsylvania State University mostra che questa preoccupazione non è un’esagerazione, o qualcosa di anomalo presente nella nostra testa, ma fa davvero parte della nostra natura genitoriale e rimane anche dopo che i bambini crescono.

Amber J. Seidel ha condotto lo studio, incentrato sui genitori di ragazzi ormai adulti.

 

I risultati mostrano che anche nell’età adulta i genitori si preoccupano ancora.

Un risultato interessante, ma non sorprendente. Seidel, che già conosceva la costante preoccupazione dei genitori, ha solo messo la lente su questo sentirsi genitori sempre, a prescindere dall’età e dall’indipendenza di un figlio.

Il sondaggio è stato condotto tra 186 coppie utilizzando una scala da 1 a 8 per determinare la quantità di supporto che i genitori danno ai propri figli.

1 simboleggia un supporto giornaliero, mentre 8 una quasi assenza, diciamo interventi, fatti poche volte nell’arco di un anno.

È stata anche stabilita una scala di sollecitazione da 0 a 5.5, utilizzata per monitorare il livello di ” ansia” presente.

5.5 rappresentava un alto livello di stress, mentre 0 rappresentava la calma totale.

Tutti i genitori hanno dovuto monitorare anche il sonno.
Le madri dormivano 6,66 ore a notte e i padri circa 6,69 ore.

Quindi tutte le informazioni raccolte e le misurazioni, sono state poi confrontate.

Il sonno dei genitori è stato spesso influenzato quando hanno faticato a sostenere i loro figli. Tuttavia, quando le madri erano responsabili del sostegno finanziario, non c’era alcun cambiamento sostanziale nel sonno dei padri.

Le madri, al contrario, perdono sempre il sonno, indipendentemente dal fatto che stiano sostenendo o meno i propri figli.
Come dimostrato dallo studio , la cura dei figli adulti è un compito arduo.

La ricerca mostra che i genitori sono strettamente legati alla vita dei loro figli, forse anche più di quello che dovrebbe essere.

L’aspetto economico sembra preoccupare molto, insieme agli aspetti della loro vita sentimentale e di relazione.

I genitori dovrebbero fare affidamento sulla capacità dei loro figli di seguire la propria vita e permettere loro di avere le proprie esperienze e responsabilità.

Incoraggiarne l’indipendenza non significa andare via. Saranno sempre presenti, da lontano o vicino, ma devono saper alleggerire la pressione nei loro cuori e permettere così ai loro figli di scoprire il mondo da soli.

 

Questo è l’atteggiamento più salutare, soprattutto riguardo la loro capacità di affinare le capacità necessarie per affrontare la vita.

Importante scambiare pareri e consigli sulle varie esperienze, anche per poter trovare da parte di ogni genitore, la strada migliore per essere presente con la giusta discrezione e rispetto per la vita dei figli.

Articoli correlati

Close