5 segni rivelatori che indicano se dentro di voi vive una donna selvaggia e dallo spirito libero o una fidanzata perfetta

“Una volta che ti innamori di te stesso, il loro gioco è finito.” ~ Alamir Guard

Sei uno spirito libero circondato solo da persone addomesticabili?
La tua anima avventurosa sembra quasi esplodere all’interno della tua zona di comfort?
La tua indipendenza è passata dalla co-dipendenza all’interdipendenza?

Se tutto questo è vero, allora potresti essere una donna selvaggia.

Clarissa Pinkola Estés pare aver gettato le basi per questo archetipo femminile in ” Le Donne che corrono coi lupi”.

Alison Nappi pare invece aver scritto un poema epico intitolato ” Avere accanto una donna selvaggia non significa avere una fidanzata, ma “una relazione con la natura”.

Ma com’è una donna selvaggia?

Qui analizzeremo i cinque segni specifici che vi aiuteranno a capire se vive in voi una donna dallo spirito libero o meno.

1- Avere “una coraggiosa” vulnerabilità

“Alla fine voglio solo che il mio cuore sia coperto da smagliature.” ~ Andrea Gibson

C’è una donna selvaggia in ogni donna, che ne sia consapevole o meno.

Per scoprirlo, però, basterebbe semplicemente riscoprirsi “vulnerabili”, poiché la prima virtù di una donna selvaggia è proprio questa: il coraggio di mettersi a nudo.

Come disse Maya Angelou: “Senza coraggio non si possono praticare altre virtù in modo coerente”.

Riscoprire di avere una profonda vulnerabilità è anche riuscire a trovare la chiave del proprio coraggio, poiché questa risulta essere un potente faro in grado di illuminare il nostro naturale percorso, ma anche quello degli altri.

Essere vulnerabili significa anche questo: poter provare dolore, poter scontrarsi con gli altri, mettendo a nudo la propria anima.

2- Essere “madre natura”

“Con una natura selvaggia non vediamo attraverso due occhi, ma attraverso i molti occhi dell’intuizione.
Con l’intuizione siamo come la notte stellata, guardiamo il mondo attraverso mille occhi.
La donna selvaggia parla fluentemente il linguaggio dei sogni, delle immagini, della passione e della poesia. ” ~ Clarissa Pinkola Estés

Avere una natura selvaggia significa essere quasi la personificazione di Madre Natura.
O Baba Yaga, la vecchia donna saggia, feroce e astuta.

E’ un po’ come dire “Tu sei ogni donna e ogni donna sei tu”.

Una donna selvaggia sa che l’unico vero insegnante è il dolore.

Poichè è grazie a questa comprensione intuitiva e ad una sua capacità di adattarsi, che può essere in grado di trasformare il dolore in “potere”, per poi condividerlo con i suoi amanti.

3- Essere un amante impenitente

“Non può esserci bellezza senza alcuna stranezza.” ~ Edgar Allan Poe

Una donna selvaggia è anche un essere sessuale che non ha paura di esprimersi sensualmente.

Per questo può essere odiata dagli invidiosi e amata dai suoi amanti.
Poiché è essa stessa un’amante per eccellenza che ama nel modo in cui ama la natura, senza pietà né rancore.

Onesta e aperta, con un sorriso riesce a portarsi avanti senza potere essere domata.

Una donna selvaggia potrebbe sussurrarti tali parole:

“Se vuoi essere fatto a pezzi, entra. Sarai incendiato nel mio fuoco. Non ti lascerò come sei arrivato: ben vestito o con maglioni finemente filettati. Ti lascerò nudo e mordente. Lasciati graffiare e circondati da gufi, falchi e fiori che sbocciano solo quando nessuno ci guarda. ” (Aubrey Marcus)

4- Essere più potenti degli uomini

“Ha conquistato i suoi demoni e ha indossato le sue cicatrici come ali.” ~ Attico

Una donna selvaggia riesce a realizzare come in realtà i sessi non siano uguali.

Molti di noi pensano che gli uomini siano più potenti delle donne, nella forza fisica per esempio.

Una donna selvaggia invece nutre la convinzione di essere in grado di riuscire a sopportare meglio il dolore, rispetto ad un uomo.

Una donna di questo “calibro” sembra ritenere il denaro e i beni materiali come poteri fragili e pretenziosi.

Il vero potere per loro è la capacità di creare e sostenere la vita.

E nessuno è in grado di dare vita, se non le donne.

Ma una donna selvaggia è in grado anche di capire quello che la maggior parte della gente non sa.

Per questo sembra esserci quasi un rovescio della medaglia: le donne sono più potenti degli uomini, poichè la responsabilità di quest’ultimi è secondaria, mentre la responsabilità di una donna è sempre primaria.

5 – Essere fonte di conoscenza profonda

“All’interno di ogni donna c’è una creatura selvaggia e naturale, una forza potente, piena di buoni istinti, creatività, appassionata di una conoscenza senza età.” ~ Clarissa Pinkola Estés

Una donna selvaggia ha anche un pensiero profondo e intuitivo, che manca alla maggior parte degli uomini.

Sembra aver accesso ad un sistema di conoscenza che pochi uomini hanno, poiché una donna è più vicina alla natura, per via del suo ciclo mensile.

Avere una profonda conoscenza significa anche riuscire a sprigionare un’energia che parla una lingua più antica delle parole.

Un’ energia questa che vibra nell’acqua, nell’aria e nelle piante.

Proprio come una donna che corre con i lupi, in profonda sintonia con il ritmo della Terra.

Ogni donna ha dentro sè due mondi: la natura e la cultura.

Ma la sua parte selvaggia, che non aspetta altro che crescere e allargare le sue ali contro un cielo futuro, può scatenarsi e venir fuori solo grazie all’incontro di questi due mondi.